Lascia fare a Dio!

Vi sono dei giorni in cui la cosa migliore è lasciar fare a Dio. “Ma ci sono tante cose da fare!” mi dirai. “E cosa pensi di tutte quelle persone frettolose che si alzano prima dell’alba, dimenticano la colazione ed hanno un grande successo, mentre io, lascio che Dio agisca?” Considera Gesù: ha iniziato il suo ministero a 30 anni. Tutti quegli anni persi? Li ha semplicemente lasciati a Dio. Non andava mai di fretta. Non si preoccupava di nulla. E cosa ha fatto di quelli che l’hanno ascoltato, hanno fatto spallucce e se ne sono andati? Li ha semplicemente lasciati a Dio. E quei Farisei che volevano attaccar briga? Ha lasciato anche loro a Dio. Charles Swindoll, racconta l’aneddoto di un periodo in cui si sentiva “stanco e vuoto” a causa delle richieste incessanti del suo ministero. Scrisse: “Se la gente non cambiava, io mi sentivo responsabile. Se qualcuno si perdeva, ero io il colpevole. Se non vedevo una crescita continua, intervenivo per produrla. Se un sermone non era chiaro e potente, rimproveravo me stesso tutto il lunedì e metà del martedì. Senza parlare di tanta energia sprecata! Il tempo e l’età mi hanno aiutato. In pratica, tutte le cose che prima mi toglievano la gioia e distruggevano la mia motivazione, ora lascio che Dio se ne occupi.
Sono un menefreghista? No, affatto! Ma pongo ora tutte le preoccupazioni nelle mani di Colui che se ne può occupare. Ora, ho imparato a deporre tutto ciò che mi affliggeva prima ai piedi di Colui che non si preoccupa di essere disturbato. Mentre un tempo le critiche mi rendevano inabile per giorni, ora faccio del mio meglio per fare una cernita e scartare ciò che non ha valore e poi vado avanti. Imparo ciò di cui sono capace, poi lascio il resto a Dio.” Dio ti sta parlando con queste righe?

Bible 1 an :
Bible 2 ans :

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email