IN VETTA, IN PRESENZA DI DIO!

Un giorno Gesù portò alcuni discepoli fin sulla vetta di una montagna dove, all’improvviso, fu trasfigurato davanti ai loro occhi. Il suo viso iniziò a brillare come il sole e i Suoi abiti diventarono bianchi come se fossero luce. In quel momento apparvero Mosè ed Elia, che conversavano con Lui (Matteo 17:2-3).
Pietro fu talmente preso da quest’esperienza che desiderò rimanere là, in vetta alla
montagna. Esclamò: «Signore, è bene che stiamo qui; se vuoi, farò qui tre tende; una per
te, una per Mosè e una per Elia» (Matteo 17:4). Ma Gesù rifiutò. Invece li condusse ai piedi di
quel monte per prendersi cura di un bambino posseduto da un demone. Vivere un momento in
vetta, nella presenza stessa di Dio è un’esperienza che arricchisce, ma non ci puoi rimanere
sempre. Rimane ancora molto da fare nella valle e Dio chiama anche te a rimboccarti le
maniche! Ai tempi dell’Antico Testamento, il Sommo Sacerdote entrava una sola volta all’anno nel
luogo Santissimo del tabernacolo, dove godeva del privilegio di contemplare la gloria divina. Ma il lavoro di Dio lo doveva compiere all’esterno, fra il popolo tutti gli altri giorni dell’anno!
Immagina un momento di ritrovarti in presenza del Signore e vivere un’esperienza così
intensa che i muri del locale in cui ti trovi si mettono a vibrare! È quello che ha vissuto Isaia (Isaia 6:14). Però, in seguito, dovette uscire per proseguire nei pieni divini.
Un certo equilibrio è necessario, tra il tempo prezioso che dobbiamo passare vicino al
Signore e il ruolo che dobbiamo svolgere fra quelli che ci circondano, trasmettendo loro le
risposte divine di cui hanno bisogno.
Quando Paolo ha detto: «Non oserei infatti parlare di cose che Cristo non avesse
operato per mio mezzo…» voleva dire che non si glorificava per niente di quello che Cristo
aveva compiuto per lui, ma solo di quello che aveva compiuto attraverso lui.
Quindi, è ora di scendere da questa montagna e di metterti al lavoro, non credi?

Bible 1 an :
Bible 2 ans :

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email