Premi il tasto Canc!

Che cosa penseresti di una società dove gli adulteri sono obbligati a portare una bandana con la parola «adultero» in rosso e i ladri sono obbligati a muoversi con una palla collegata al piede da una lunga catena? Ci pensi se ci dovessero identificare solo con gli errori del nostro passato? So già che alcuni esclameranno: “Ma, probabilmente meritano un trattamento del genere!” Davvero? Gesù ha detto che se tu guardi una persona del sesso opposto, con gli occhi del desiderio, hai commesso l’adulterio nel tuo cuore. (Matteo 5:28)
Poi aggiunse che saremo giudicati col metro di misura che avremo usato per giudicare gli altri (Matteo 7:1-2). Ti senti rassicurato? No! Dio non è tenero nei confronti del peccato. Il suo amore per te non ti consentirà di sfuggire alle conseguenze dei tuoi errori. «Perché il Signore corregge quelli che egli ama, e punisce tutti coloro che riconosce come figli» (Ebrei 12:6). Ma il Suo amore non ti permetterà di perderti: «Infatti sono persuaso che né morte, né vita, né angeli, né principati, né cose presenti, né cose future, né potenze, né altezza, né profondità, né alcun’altra creatura potranno separarci dall’amore di Dio che è in Cristo Gesù, nostro Signore.» (leggi Romani 8:38-39)
Non siamo abituati a vedere gente con palle al piede o delle bandane infamanti, ma col computer ci destreggiamo meglio. Quando gli altri ci feriscono o ci irritano, Dio ci dice: “Perdona loro e schiaccia il tasto Canc, sennò verrai contagiato da un virus che controllerà il tuo modo di pensare, d’agire e di parlare! Peggio ancora, ti incatenerà ai tuoi ricordi.”
Certo, perdonare non è facile, ecco perché Gesù ha detto: «Ma io vi dico: amate i vostri nemici, [benedite coloro che vi maledicono, fate del bene a quelli che vi odiano] e pregate per quelli [che vi maltrattano e] che vi perseguitano» (Matteo 5:44) Pregare per qualcuno è il primo passo in direzione del perdono. Forse, prima di perdonare, pensi di dover comprendere perché quella persona ti ha fatto del male? Ma le persone intelligenti a volte fanno cose stupide, le persone di valore cose indicibili e quelli mal consigliati cose insensate. Infatti, Gesù ha pregato: «Padre, perdona loro perché non sanno quello che fanno.» (Luca 23:24) Forse un giorno capirai, forse mai. Ma, nel tuo proprio interesse, perdona e poi premi il tasto Canc e riprendi il tuo compito!

Bible 1 an :
Bible 2 ans :

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email