Sara ha riso due volte

La prima per incredulità, quando Dio le promise che avrebbe avuto un figlio nella sua vecchiaia. La seconda volta era invece pura gioia, perché Dio aveva mantenuto la sua promessa. Ma fra questi due eventi ha dovuto fare l’esperienza più straziante della sua vita, il giorno in cui Abramo, suo marito, ha scelto di tradirla per salvarsi la pelle. Di conseguenza un re pagano se la prese nel suo harem e l’avrebbe violentata se Dio non fosse intervenuto. Solo una donna che ama suo marito può immaginare la sofferenza che avrà provato Sara in quella lunga notte.
Possiamo trarre una lezione da questa storia. Tra il momento in cui inizi a pregare perché si verifichi un miracolo nella tua vita e quello del suo compimento, devi accettare di essere testato, vedrai crescere la tua fede e imparerai a mettere la tua fiducia in Dio, ancora di più di quanto lo credevi possibile. Scoprirai anche un dettaglio importante: quando condividerai con altri le esperienze che avrai fatto, non parlare solo dei tuoi umili inizi e di quello che hai compiuto dopo, svela soprattutto le prove che ha passato e che hai superato vittoriosamente grazie all’aiuto di Dio, perché anche loro sono alle prese con prove simili. Dì loro com’è stata provata la tua cede nella fornace dell’afflizione prima di emergere dal crogiuolo, puro come l’oro. Non li abbandonare alla frustrazione di aspettare la realizzazione di una promessa divina che tarda a compiersi. La tenda del re Abimelec, dove Sara trascorse quella notte terrificante, era piantata in un luogo chiamato Gherar, che significa “luogo in cui si fa una sosta”. Sì, vivrai momenti dove avrai l’impressione che la tua vita si sia fermata brutalmente e di trovarti in una strada senza uscita. Forse è la tua impressione oggi. Se fosse il caso, ricordati di questa verità: Dio ti sarà fedele. Non solo. Ti darà la forza di superare le tue difficoltà e, come Sara, la gioia t’invaderà il cuore quando vedrai che mantiene le Sue promesse.

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email