Smetti di infliggerti turbamenti!

Forse sarai sorpreso di sapere che è normale essere stanchi! La stanchezza è una barriera che Dio ha posto in te per impedirti a volte di farti cadere nel precipizio. Perché a volte ti prendi dei bruciori di stomaco e dei dolori alla nuca, pur comportandoti con tutti come un guastafeste? Perché ti abbandoni alla tua immaginazione: come una realtà virtuale, essa può farti credere il peggio o t’impegna in discussioni velenose con persone che non sono neanche a fianco a te per sentirti! Ti è già successo di comportarti così? Oppure ti abbandoni alla tua memoria: ti farà prigioniero del passato. È perdonando che potrai chiudere la porta sul passato e andare avanti. Oppure alla tua impazienza: la lasci andare a briglie sciolte, quando sei dietro ad autisti troppo lenti o sei in coda? Un servizio troppo lento al ristorante ti dà ai nervi? O una cassiera che deve cambiare il rotolo degli scontrini o chiedere un prezzo che nessuno sembra sapere? Gesù ha detto: «Il vostro cuore non sia turbato.» (Giovanni 14:27) Smetti di infliggerti queste cose a te stesso! Finché rifiuti di accettare la vita così com’è, soffrirai d’ipertensione e la vostra gioia sarà praticamente inesistente. Tu stai guardando le cose della vita con la visione del mondo piuttosto che con quella di Dio. Ascolta: «Vi ho detto queste cose, affinché abbiate pace in me. Nel mondo avrete tribolazione; ma fatevi coraggio, io ho vinto il mondo.» (Giovanni 16:33) – perché non vi possa nuocere. Hai capito? Colui che dimora in te ha vinto il mondo e lo ha privato del suo potere di distruzione. Allora, rilassati e cerca di apprezzare la tua vita oggi!

Bible 1 an :
Bible 2 ans :

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email