Togliete la pietra!

Una pietra larga chiudeva l’ingresso della tomba di Lazzaro. Prima di risuscitare il suo amico, Gesù diede l’ordine di togliere questa pietra. Ne possiamo trarre una lezione per noi oggi: Dio sarà pronto a restaurare ciò che hai perso, una volta che avrai accettato di sbarazzarti degli ostacoli che ancora ingombrano la tua vita. Cosa c’era appena dietro quella pietra tombale? Un cadavere che puzzava parecchio!
Giovanni ha scritto:
«Carissimi, se il nostro cuore non ci condanna, abbiamo fiducia davanti a Dio.» (1 Giovanni 3:21) Ci possiamo avvicinare a Lui con piena fiducia se abbiamo imparato a sbarazzarci di tutto quello che ci può separare e ciò esige molto coraggio da parte nostra. Ma come vivere una vita profonda e ricca in Sua presenza se non accettiamo di fare queste pulizie? Dio è capace di restituirci quello che la vita ci ha tolto. Può restaurare quello che abbiamo perso, ma solo se siamo pronti a guardare in faccia la realtà.
Il re Davide fu origine di una puzza incredibile: quella dell’adulterio e dell’omicidio. Forse penserai che i tuoi errori non puzzano così tanto, ma se vuoi che Dio risponda alle tue preghiere, prima li devi ammettere umilmente davanti a Lui. È un Davide pentito e umiliato che più tardi scrisse: «Se nel mio cuore avessi tramato il male,
il Signore non m’avrebbe ascoltato.» (Salmo 66:18-19)
Se vuoi aiutare un alcolizzato o un tossico, il problema da gestire non è solo la natura o la gravità della sua dipendenza, ma tutto quello che egli cerca di nascondere dietro alla sua dipendenza. Farglielo toccare con mano può prendere dei mesi, forse degli anni di terapia paziente. Convinciti allora che nessun cambiamento si verificherà nella tua vita, finché non avrai “tolto la pietra” per permettere a Dio di occuparsi di ciò che vi si nasconde dietro!

Bible 1 an :
Bible 2 ans :

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email