Vivere tra un passo e l’altro …

Il pericolo, quando viviamo solo in funzione degli scopi che ci siamo prefissati e che cerchiamo di raggiungere, è che siamo felici solo quando abbiamo raggiunto quegli obiettivi. Ci promettiamo di essere felici “quando avremo finalmente il diploma, quando ci sposeremo, quando avremo finito di crescere i figli, quando avremo comprato una bella macchina, ecc.” Facendo così, passiamo a fianco della vita.
Un professore dell’Università ha raccontato il giorno in cui fu invitato a dare una conferenza su una base militare. All’aeroporto, un soldato di nome Ralph lo aspettava per accompagnarlo fino alla base militare. Dopo i saluti di rito, si diressero assieme fino al tapis roulant per recuperare i bagagli del professore. Mentre camminavano Ralph non smetteva di abbandonarlo, sia per aiutare un’anziana signora la cui valigia si era sfortunatamente aperta, sia per aiutare due bambini piccoli a vedere da più vicino Babbo Natale seduto davanti ad una vetrina, sia ancora per indicare la direzione giusta a una persona che aveva l’aria smarrita. Ogni volta raggiungeva il professore, con un gran sorriso. “Dove ha imparato a vivere così, sempre sorridente?” Ralph rispose: “Probabilmente in guerra …”
Poi gli parlò del suo ultimo passaggio al fronte, come aveva integrato un gruppo di sminatori, e come aveva visto molti suoi commilitoni fatti a pezzi dalle esplosioni delle mine. “Ho imparato a vivere fra un passo e l’altro! Non sapevo mai se il prossimo sarebbe stato l’ultimo, così ho deciso di approfittare al massimo di ogni istante, di vivere in questo minuto fra il momento in cui alzavo il piede e il momento in cui lo riposavo qualche centimetro più in là. Ogni passo diventava una nuova esperienza ricca di vita e suppongo di aver continuato a vivere in base a questo principio da allora in poi.”
Ralph aveva perfettamente ragione: per approfittare al massimo della vita, dobbiamo vivere facendo nostro il principio biblico: «Questo è il giorno che il SIGNORE ci ha preparato; festeggiamo e rallegriamoci in esso.» (Salmo 118:24)

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email