Non perdere la tua tranquillità di spirito!

Perdiamo la nostra tranquillità di spirito per quattro motivi:
1 – Stiamo cercando di cambiare il nostro entourage. Con un po’ di esperienza, capiremo progressivamente che non possiamo cambiare gli altri, solo Dio lo può! E lo fa quando non ti metti più di traverso sul Suo cammino e quando inizi ad amare gli altri così come sono. Questo non vuol dire che approvi tutto quello che fanno. Questo significa impegnarsi ad amarli nonostante tutto, chiedere a Dio che Egli realizzi le Sue promesse nei loro confronti e permettergli di trattarli a modo Suo, a Suo tempo e per la Sua gloria. Il motivo per cui sei stressato è forse perché ti accanisci a provare a cambiare una cosa su cui non hai nessun impatto!
2 – Tentiamo di far muovere le cose quando non è il momento giusto. «Per tutto c’è il suo tempo, c’è il suo momento per ogni cosa sotto il cielo.» (Ecclesiaste 3:1) Se hai cresciuto dei bambini hai ben presente quanto siano caratterizzati dall’impazienza; non sopportano di aspettare niente. Dio ci vuol vedere superare questi infantilismi: ci fa aspettare per far crescere in noi la fiducia e la maturità!
3 – Ce la prendiamo perché le cose non vanno abbastanza veloci. Possiamo rallentare la nostra crescita spirituale per negligenza ma, in fin dei conti, «siamo trasformati nella sua stessa immagine, di gloria in gloria, secondo l’azione del Signore, che è lo Spirito.» (2 Corinzi 3:18) Allora, impara ad apprezzare la tua vita mentre Dio lavora per risolvere i tuoi problemi, perché ne avrai sempre!
4 – Diventiamo sempre più esigenti con noi stessi. Agiamo in funzione di quello che crediamo essere la volontà di Dio, senza consultarLo in merito a quello che vuole realmente, senza cercare di sapere in che momento e in che modo Egli vuole che noi agiamo. Di conseguenza, esauriamo le nostre forze.
Qual è la soluzione? «A colui il cui spirito è sempre fisso su di Te, Tu concedi una pace perfetta, perché pensa sempre a Te, perché in Te ha riposto la sua fiducia.»

Bible 1 an :
Bible 2 ans :

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email