A chi rispondi delle tue azioni?

Essere responsabili significa saper aprire il proprio cuore ad un numero limitato d’amici di cui si ha fiducia, accuratamente selezionati che dicono la verità, che hanno meritato il diritto di esaminarci, di porci delle domande e di consigliarci.
Salomone ha detto: “Chi ama ferisce, ma rimane fedele; chi odia dà abbondanza di baci.” (Proverbi 27:6) Altrimenti tradotto: “Le ferite di un amico sono più importanti dei baci di un nemico.” Pensaci! Le persone responsabili sono generalmente: sono perspicaci: sanno quando hanno torto e lo ammettono ancor prima di essere poste di fronte alla verità.
sono pronte ad ascoltare e ad imparare, e ad accettare i consigli
sono disponibili: sono sempre accessibili, mai rinchiuse nella loro torre d’avorio
sono oneste: odiano tutto ciò che è falso; sono appassionate per la verità, anche quando può far male.
Tu mi dirai: “Ma tu stai chiedendo troppo!” È vero. Sono delle qualità che né le persone orgogliose, né le persone suscettibili possono sopportare, perché preferiscono fare bella figura piuttosto che comportarsi bene! Ma non ingannarti su ciò che ti propongo: non sto dicendo che chiunque ha il diritto di esaminare la tua vita. Sarebbe pericoloso.
Parlo di un numero limitato di amici di fiducia, accuratamente selezionati: quelli che hanno meritato il diritto di avvicinarsi a te e, nel momento giusto, di farti delle domande difficili, ma necessarie, per darti una visione corretta della situazione e la saggezza che ti manterranno sulla buona strada.
Un giorno Paolo ha affrontato Pietro, che ha dovuto rendergli conto del suo comportamento.
Anche Samuele ha affrontato in questo modo Davide.
E tu hai qualcuno a cui tu possa rispondere delle tue azioni?

Bible 1 an :
Bible 2 ans :

Partager :

Partager sur facebook
Facebook
Partager sur twitter
Twitter
Partager sur linkedin
LinkedIn
Partager sur email
Email